Offriamo consulenza anche in tempo di Coronavirus.

Conseguenze delle mutilazioni genitali femminili

Le mutilazioni genitali (FMG, FGM/C) sono irreversibili. Possono avere numerose conseguenze fisiche e psichiche. Queste complicazioni possono essere di tipo acuto o possono subentrare a lungo termine. Esistono diverse possibilità di cura.

Le conseguenze fisiche e psichiche delle FGM/C non si verificano in tutte le donne e ragazze allo stesso modo. Svolgono un ruolo preponderante, da un lato, la gravità della mutilazione genitale, l’età al momento della mutilazione e le circostanze nelle quali viene praticata (ad es. l’igiene); dall’altro ogni donna dispone di risorse personali differenti per far fronte all’esperienza vissuta.

Possibili conseguenze fisiche

Conseguenze acute

  • Dolori forti
  • Emorragie forti
  • Shock
  • Infezioni
  • Problemi di cicatrizzazione
  • Problemi di minzione
  • Decesso

Conseguenze a lungo termine

  • Infezioni croniche
  • Dolori e difficoltà durante la minzione
  • Dolori e problemi mestruali
  • Problemi nello svuotamento della vescica
  • Sterilità
  • Formazione di fistole e incontinenza
  • Complicazioni a livello del tessuto cicatriziale (formazioni di cisti e ascessi)
  • Compromissione della sessualità o delle sensazioni sessuali (anche per l'uomo)
  • Complicazioni durante il parto

Possibilità di cura

Le mutilazioni genitali sono irreversibili. Tuttavia le complicazioni dovute alle FGM/C possono essere curate anche tramite interventi di ricostruzione.

Nel caso dell’ infibulazione (tipo III delle forme di mutilazioni genitali femminili) un intervento di defibulazione può aiutare a ridurre le conseguenze fisiche della mutilazione genitale femminile. Questo intervento consiste nella riapertura del tessuto cicatriziale che ricopre la vagina permette di diminuire i dolori nelle seguenti situazioni: durante le mestruazioni, la minzione, in caso di frequenti cistiti, durante i rapporti sessuali e durante il parto. La defibulazione può essere effettuata prima o durante il parto. Una donna infibulata non deve quindi fare un parto cesareo ma può anche fare un parto naturale.

In Svizzera è possibile effettuare interventi di questo tipo e anche altre cure in caso la mutilazione genitale femminile abbia conseguenze sulla salute della donna. I centri di consulenza nazionali e regionali forniscono le informazioni necessarie.

Possibili conseguenze psichiche

Le conseguenze psichiche delle mutilazioni genitali femminili sono molto diverse. Alcune donne vivono l’intervento in modo drammatico e soffrono di attacchi di panico, depressioni o disturbi d’ansia. In altri studi viene sottolineato che il contesto sociale nel paese di origine assume una funzione protettiva nei confronti degli interventi traumatici poiché le mutilazioni genitali femminili vengono associate a valori positivi. Solo con la migrazione in un paese che rifiuta le mutilazioni genitali femminili, le donne mutilate potrebbero sviluppare disturbi psichici.  Di regola si sa poco sui problemi psicologici delle donne che hanno subito una mutilazione. Perciò non è possibile esprimere dichiarazioni fondate sulle conseguenze psichiche delle mutilazioni genitali.

Riferimenti

Bauer, Christina & Hulverscheidt, Marion (o.J.): Gesundheitliche Folgen der weiblichen Genitalverstümmelung. PDF

Ihring, Isabelle (2015). Weibliche Genitalverstümmelung im Kontext von Migration. Opladen, Berlin & Toronto: Budrich Unipress.

Asefaw, Fana (2008). Weibliche Genitalbeschneidung. Hintergründe, gesundheitliche Folgen und nachhaltige Prävention. Königstein: Helmer Verlag.